Recensione: Corso di filosofia in tre secondi e un decimo

Recensione: Corso di filosofia in tre secondi e un decimo

di Gianluca Lindiri

L’ AUTORE:
DANIELE ARISTARCO

Daniele Aristarco è nato a Napoli nel 1977. Autore di racconti e saggi, per lo più rivolti ai ragazzi,
possiede la particolare sensibilità del saper raccontare storie dallo spessore “storico” importante,
in modo talmente semplice da poter esser lette e comprese anche dai più piccoli. Insegnante di
Lettere, attualmente si dedica a tempo pieno alla scrittura, oltre a collaborare con radio, cinema e
teatro. Tiene incontri nelle scuole per discutere sugli argomenti trattati nei suoi lavori.

IL LIBRO:
CORSO DI FILOSOFIA IN TRE SECONDI E UN DECIMO (Ed. Einaudi ragazzi 2020)

Il libro è organizzato in nove lezioni, ognuna delle quali pone una domanda a cui si
cerca di dare una risposta. Risposta che troviamo riassunta in una sola parola, presente già nel titolo: FILOSOFIA.
E’ questa la parola chiave che muove il tutto.
Da sempre, da quando nasce, l’Uomo è alla continua ricerca dei “perché”, relativamente a tutto ciò
che lo circonda, e la Filosofia non è altro che il porsi domande per trovare risposte ai dubbi
che nascono nell’essere umano, in quanto tale.
Questo libro nasce e si muove nel suo interno e nell’interiorità di chi legge, grazie alla
“curiosità”, ossia alla “cura verso il sapere”, e nei confronti delle cose che non si conoscono, per
cercare di dare una risposta esaustiva alle curiosità innate nell’Uomo.
Si parte con la canonica domanda iniziale: perché questo libro? e si prosegue, spaziando tra argomenti diversi
(cos’è la filosofia; chi siamo; come si formula una buona domanda), fino ad arrivare alla richiesta
finale che tutti, prima o poi, ci poniamo: cos’è la morte?
Il lettore, pagina dopo pagina, avrà la possibilità di soddisfare la propria
curiosità, nonchè di intraprendere un sorprendente viaggio attraverso l’etimologia e il significato di alcune parole di uso comune, che potrebbero lasciare attoniti per il loro senso concettuale.
Pensandoci bene, la tecnologia, la scienza, la medicina si evolvono grazie a studiosi che
si sono posti e continuano a porsi delle domande ed è grazie agli esiti dei loro studi che si è potuti andare avanti. Le domande sono il motore del Progresso.
Con la sua solita semplicità di linguaggio, Daniele Aristarco prende per mano il lettore e lo
accompagna alla scoperta di un mondo che gli appare nuovo ma che, in fondo, è sempre stato lì, in attesa solo di essere visitato.
La curiosità è da sempre fedele compagna dell’Uomo, così come i dubbi, che gli
daranno la possibilità di crescere ed accrescere le proprie conoscenze, la propria persona e la propria
personalità.
Finché l’Essere Umano non smetterà di porsi domande, continuerà a crescere e questo, in un mondo ideale, dovrebbe
avvenire grazie al confronto tra opinioni, culture e motivazioni diverse.
Il libro spinge ad interrogarsi al di là delle domande che pone, in quanto, passo dopo passo, porta il
lettore ad andare oltre ciò che l’Autore scrive. Lo scrittore fornisce l’input iniziale ma sarà poi
il lettore a cogliere le sfumature e varcare i confini dell’argomento trattato per volerlo
approfondire. Perché la FILOSOFIA, in fin dei conti, è proprio questo: lo stimolo a non smettere mai di porsi domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.