Primo maggio: festa del lavoro che non c’è

Primo maggio: festa del lavoro che non c’è

di Luca Gentile

Nell’ultimo anno sono stati persi 900 mila posti di lavoro e molte aziende italiane sono pronte ad inviare ai propri dipendenti ulteriori lettere di licenziamento. Nell’editoriale del 1° maggio il direttore di Sardegna Today, Luca Gentile, fotografa le difficoltà dell’Italia del lavoro nel tempo della pandemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.